IL QUADRANTE DELLA PERFORMANCE

15 Settembre 2017
IL QUADRANTE DELLA PERFORMANCE

Bruno Vettore

Sul tema della Formazione e dello sviluppo del proprio potenziale personale e professionale, è fondamentale analizzare la nostra attività attraverso quattro fattori, la cui combinazione virtuosa può determinare un reale salto di qualità delle performance.

Questa analisi si può fare utilizzando un semplice esercizio, denominato “ il quadrante delle virtu’”, ovvero inserire in uno schema grafico i quattro elementi determinanti, ed assegnare ad ogni di essi una “autovalutazione” ( espressa in numeri, da 1 a 5), determinando quindi le nostre aree di miglioramento e lavorandoci con molta concentrazione e focalizzazione.

Si tratta quindi di capire come interpretare questi quattro fattori.

La  maniera migliore è porsi delle domande, semplici e quasi banali, ma molto concrete :

 

  • QUANTITA’:
  1. Quanto tempo dedico al mio lavoro?
  2. Potrei dedicare più impegno?
  3. Potrei aumentare i miei ritmi di lavoro?
  4. Dovrei lavorare di più?

 

  • QUALITA’
  1. La mia preparazione è buona?
  2. Le mie competenze sono aggiornate?
  3. La mia immagine è coerente ?
  4. Le mie skills sono adeguate?
  • EFFICACIA
  1. Le mie azioni sono produttive?
  2. Riesco ad ottenere risultati concreti e misurabili?
  3. Ho fissato con chiarezza degli obiettivi?
  4. Riesco a raggiungerli?
  • EFFICIENZA
  1. Ho una buona capacità di gestire il mio tempo?
  2. Lavoro spesso “in emergenza”?
  3. Ho strumenti di lavoro adeguati?
  4. Utilizzo sufficientemente le nuove tecnologie?

 

Rispondere in maniera assertiva a queste domande aiuterà a determinare le tue performance attuali ed in conseguenza  le aree di miglioramento personali e professionali.

IL QUADRANTE DELLA PERFORMANCE
IL QUADRANTE DELLA PERFORMANCE

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *